CROSS è un progetto dell’associazione LIS LAB che nasce nel 2014 da un’idea di Antonella Cirigliano (direzione LIS LAB e CROSS) e di Tommaso Sacchi (curatore CROSS).
La ricerca artistica di LIS LAB è affiancata e valorizzata da CROSS project, che sviluppa attività di produzione, formazione e promozione delle arti  performative contemporanee, puntando su progetti che prediligono l’interdisciplinarietà.

CROSS è anche un progetto di valorizzazione del territorio e si articola in tre attività principali:

 – CROSS Festival si sviluppa tra Verbania e Cannobio, nasce dall’esperienza del “Festival Villaggio d’Artista” e dal successo del progetto “CROSS Award” che, dal 2015 ad oggi, ha raccolto oltre 420 candidature da oltre 30 Paesi europei ed extraeuropei.
CROSS Festival vuole diventare un punto di riferimento per le arti performative, contribuendo al dibattito internazionale, i cui presupposti fondamentali devono oggi essere la ricerca continua verso la sperimentazione linguistica e la responsabilità verso il contesto sociale in cui nasce.

 – CROSS Award è un premio internazionale, giunto nel 2018 alla quarta edizione, rivolto a opere prime nell’ambito delle arti performative (danza, teatro, musica). Il premio ha l’obiettivo di stimolare l’indagine e l’espressione artistica relative all’unione di stili e generi differenti, valutando come fattori premiali le pratiche multi-linguaggio e la commistione di tecniche e codici afferenti le diverse arti performative. L’obiettivo del concorso è di individuare nuove produzioni che mettano in dialogo i linguaggi del corpo e dell’azione scenica con la composizione musicale.

 – CROSS Residence è un programma di residenze artistiche che privilegia il rapporto tra la creazione artistica e il territorio. Il programma di residenza si pone come vero proprio strumento di sostegno alla produzione degli artisti finalisti del CROSS Award, che svilupperanno i loro progetti in residenza.

LIS LAB è un nido creativo, un gruppo di professionisti che da anni organizza sul territorio del Lago Maggiore e del Vergante progetti human e site specific per far sperimentare al pubblico i nuovi linguaggi delle arti performative e della danza. Aromi, sapori, stimolazioni di canali percettivi poco usati, sono gli strumenti utilizzati per comporre scenari, raccontare storie, animare rituali. Forte di una rete internazionale che lavora su questi temi da molti anni, LIS LAB Performing Arts nasce a Milano nel 1999 e muove la sua residenza artistica sul lago Maggiore nel 2011 perché crede nell’energia creativa sprigionata da luoghi diversi e non deputati all’arte performativa come ville e giardini, piazze, edifici storici e vie. Da molti anni svolge prevalentemente un’attività di ricerca teatrale e artistica attraverso la produzione e la circuitazione di spettacoli e installazioni del gruppo LIS (Laboratorio dell’Immagine Sensoriale).